Engagement e cittadinanza attiva

Engagement e cittadinanza attiva

L’obiettivo formativo generale di questo MOOC, legato allo sviluppo delle competenze trasversali, è promuovere due dimensioni della competenza digitale: quella relativa alla consapevolezza e quella della cittadinanza, con particolare riferimento al “problem solving” e alla “sicurezza”, alla “communication” e alla “collaboration” delle 21st century skills e del DIGCOMP, previste nel PNSD.

Nello specifico, in questo percorso saranno prese in considerazione le seguenti attività del DD 50/2015:
“e-Safety”, “qualità dell'informazione, copyright e privacy” e “problem solving”, che è un concetto-chiave nello sviluppo di progetti di “alternanza scuola lavoro per l'impresa digitale”, nonché “collaborazione e comunicazione in rete: dalle piattaforme digitali scolastiche alle comunità virtuali di pratica e di ricerca (co-progettazione e co-gestione della didattica attraverso ambienti di collaborazione”, “sperimentazione e diffusione di metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa” “modelli di lavoro in team e di coinvolgimento della comunità (famiglie, associazioni, ecc.)”, “realizzazione di programmi formativi sul digitale a favore di studenti, docenti, famiglie, comunità” e “utilizzo dati (anche invalsi, valutazione, costruzione di questionari) e rendicontazione sociale (monitoraggi)”.

Alla fine, il corsista svilupperà:

  1. Competenze di team work (negoziazione di significati e produzione collaborativa) soprattutto nella preparazione delle fasi di lavoro, nella gestione dei ruoli e del tempo, nella comunicazione e pubblicizzazione anche attraverso l’uso di servizi di clouding per la collaborazione lavorativa e i virtual meeting per la comunicazione e condivisione delle informazioni per la comunicazione interna e esterna della scuola
  2. Competenze di problem solving e inclusione sociale, con cui si vuole intendere la capacità di selezionare e adattare le pratiche del digitale agli obiettivi formativi attesi, nonché alle esigenze degli interlocutori e alle loro caratteristiche socioculturali (famiglie, studenti, stakeholders), rispetto alle quali modulare la conoscenza e le strategie da adottare.
  3. Competenze di negoziazione attraverso la sperimentazione di metodologie didattiche centrate si “working group” e “case studies” con i colleghi e con gli studenti.
  4. Competenze di valutazione con il digitale.

Nello specifico, il docente:

  • conoscerà approcci e metodologie di monitoraggio della qualità dei processi formativi

e sarà in grado di:

  • progettare e sperimentare metodi e strumenti di valutazione ex ante, in itinere ed ex post all’interno di progetti sperimentali che prevedono l’uso del digitale
  • di progettare disegni di ricerca applicata che prevedono la costruzione di indicatori di input e output, strumenti quanti-qualitativi di analisi e indici sintetici di qualità
  • di progettare database per il monitoraggio dei progetti formativi (ad esempio quelli di alternanza scuola-lavoro).